Proprio quest’anno, nel corrente 2018, sarà finalmente possibile consumare ed acquistare gli insetti commestibili sulla scia del resto dei paesi del mondo ma riferito alla maggior parte dell’Europa in particolare, ampiamente preannunciata nel corso del 2017 tramite la novel food del futuro.

Gli insetti commestibili dall’aspetto decisamente poco invitante rispetto al resto degli ingredienti che siamo abituati ad maneggiare in cucina, potrebbero tuttavia rappresentare la base della nuova alimentazione del futuro grazie alle caratteristiche specifiche dei nutrienti posseduti. Gli insetti commestibili sono stati spesso citati per via delle loro proteine nobili, oltre ad un sistema di allevamento a livello industriale eco-sostenibile in confronto agli allevamenti comuni, fonti dell’inquinamento ambientale presente.

Secondo diversi avventurieri che hanno provato le innumerevoli ricette disponibili a base di insetti commestibili, nonostante un aspetto poco invitante, hanno evidenziato un gusto simile a quello derivante dal pollo e dei comuni crostacei, con effetti benefici a livello salutare.

Molto presto, anche all’interno del panorama culinario italiano, sarà quindi possibile consumare grilli, cavallette, bachi da seta, scorpioni, larve, vespe giganti, tarantole, ecc, adattabili a diversi processi di cottura oltre alla tipica frittura più osannata. Sul territorio italiano inoltre sono già presenti alcune realtà aziendali dedite all’allevamento degli insetti commestibili seguendo tutte le procedure igieniche per il consumo alimentare umano, incrementato da alcuni store online dove sono comprese le vendite.

Le regole italiane hanno previsto un’approvazione per la vendita e il consumo degli insetti commestibili a partire dal 1 gennaio 2018 anche se, per incrementare e avviare questo nuovo mercato, occorrerà ancora diverso tempo.

Insetti Commestibili: l’elenco completo

Quali saranno gli insetti commestibili che potrebbero giungere direttamente sulle tavole italiane? Secondo l’elenco ufficiale saranno presenti locuste, cavallette, grilli, facente parte della famiglia degli Ortotteri. Le cicale, famose soprattutto in Asia, potranno essere invece cucinate allo stesso modo dei gamberetti.

Anche li cimici d’acqua giganti rientrano all’interno della lista degli insetti commestibili, allo stesso modo delle diverse tipologie di vermi, millepiedi, ma anche tarantole giganti fritte o arrostite, larve di mosca, vespe, formiche sia in versione dolce che salata, termiti, baco da seta, scarafaggi e scorpioni.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ricette, coupons e novità sul mondo della cucina degli insetti commestibili.