I bachi da seta non sono altro che le larve del bruco, o le larve della falena. La seta è comunemente utilizzata da migliaia di anni, soprattutto in Cina, per diversi scopi e utilizzi. Il baco da seta femmina riesce a deporre fino a 300 uova in una sola volta sulle foglie di gelso.

Le stesse uova appena deposte vengono ricoperte da una sorta di gelatina a protezione, solitamente conservate in un luogo fresco. Il bozzolo è caratterizzato da un filo di seta grezzo in grado di estendersi dai 300 ai 900 metri, mentre sono necessari circa 5 mila bozzoli per realizzare un chilogrammo di seta.

Onde evitare la sopravvivenza del baco da seta la lavorazione industriale uccide la lava per contrastare una fuoriuscita, al momento della muta come falena, che comporterebbe una rovina dei bozzoli, immergendoli così all’interno dell’acqua bollente, uccidendo i bachi da seta e migliorando la filatura.

La bachicoltura rappresenta invece l’allevamento dei bachi da seta, una pratica avviata per la prima volta in Cina, dove si utilizzano i bachi da seta da 5 mila anni, mentre in Europa il suo utilizzo risale circa al 550 a.C. per opera dell’impero bizantino. Il baco si nutre quasi esclusivamente delle foglie di gelso e le sue uova sono dette “semenza”, mentre i bachi passano attraverso quattro mute prima della costruzione totale.

Bachi da seta: ricette commestibili

Ingredienti

  • 350 grammi di riso
  • Una noce di burro
  • Una testa d’aglio
  • Una cipolla
  • 20 grammi di crisalidi di bachi da seta
  • Mezzo bicchiere di latte di cocco

Preparazione

Il burro dovrà essere rosolato in padella con aglio e cipolla, dopodiché dovranno essere aggiunti il riso, il latte di cocco e le crisalidi di bachi da seta. Il tutto dovrà cuocere per circa 20 minuti, mescolando delicatamente il composto, a fuoco basso. Prima di servire il risotto dovrà essere mantecato con il formaggio e il burro.

Conclusioni

  • bachi da seta cucina

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ricette, coupons e novità sul mondo della cucina degli insetti commestibili.