Dalle zuppe alle fritture anche i scarafaggi possono rientrare all’interno dell’alimentazione odierna e della novel food dedicata agli insetti. Nonostante il loro aspetto, spesso motivo di disgusto da parte della maggior parte delle persone, gli scarafaggi possono risultare insetti ideali per la preparazione di alcuni piatti tipici come le fritture.

Dove mangiare scarafaggi e in quale modo prepararli? La realtà degli insetti all’interno dell’alimentazione si trova ancora agli albori in Italia, ma in diversi paesi nel resto del mondo gli insetti garantiscono il sostentamento necessario alla sopravvivenza, rappresentando una prelibatezza inaspettata anche per il palato.

Gli scarafaggi commestibili vengono allevati in apposite strutture distanziandosi dai classici insetti che si trovano intorno alle proprie abitazioni o nei pressi dei luoghi dove l’igiene viene messo a dura prova e resistenza. Attraverso gli allevamenti gli scarafaggi vengono essenzialmente nutriti con frutta e verdura fresca, risultando incredibilmente puliti in un habitat creato appositamente per garantire la qualità del prodotto finalizzata al consumo alimentare umano.

Scarafaggi da mangiare fritti: dove acquistarli, preparazione

Gli insetti commestibili possono essere utilizzati in cucina sotto diverse preparazioni e ricette: tostati, bolliti, fritti, persino saltati in padella a seconda dei gusti personali e della ricetta che si intende preparare. Gli insetti comprendono al loro interno un alto contenuto di proteine, superiore rispetto a quelle della carne tradizionale, per un impatto eco sostenibile sull’ambiente più pulito rispetto agli allevamenti standard.

Gli scarafaggi commestibili possono essere acquistati in diversi store online dedicati esclusivamente alla vendita degli insetti, disponibili anche sul territorio italiano in diverse modalità di conservazione. La preparazione dei scarafaggi fritti potrà avvenire seguendo la ricetta base di una tipica frittura in pastella a base di verdure, pesce e quant’altro.

Ingredienti

Occorrerà quindi acquistare almeno:

  • Circa 20 grammi di scarafaggi commestibili,
  • disporre di 2 uova,
  • 100 grammi di farina,
  • 100 ml di olio per friggere,
  • sale da cucina,
  • birra,
  • carta assorbente da cucina.

Preparazione

Farina, uova e birra dovranno essere mescolate assieme per andare a formare la pastella dove dovranno essere immersi i scarafaggi prima di essere trasferiti all’interno dell’olio bollente in una padella.

La frittura dovrà risultare dorata, mentre successivamente gli scarafaggi dovranno essere lasciati su della carta assorbente da cucina che provvederà ad eliminare l’olio di frittura in eccesso come avviene per qualsiasi altra preparazione di questo tipo.

Conclusioni

  • piatti con scarafaggi

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere ricette, coupons e novità sul mondo della cucina degli insetti commestibili.